IL PROGETTO

EVENTI


1. Documentare le attività realizzate:

Costituzione di un centro risorse educativo per la circolazione dei materiali e per la formazione.

La scuola capofila in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale curerà il sito web, luogo virtuale del Centro, come un servizio aperto, modalità di relazione all’interno di un sistema complesso. ll Centro diventerà il luogo di raccolta, scambio, confronto e circolazione delle esperienze didattiche nei moduli plurilingue. Sarà costituita intorno al Centro una comunità di pratica professionale dei docenti transnazionali delle scuole partner, per l'individuazione di studi di caso rilevati sulle pratiche e sulle risorse raccolte. Detti studi di caso saranno lo strumento sul quale avviare la formazione e l'autoformazione dei docenti con incontri in presenza sia e livello nazionale che transnazionale. L‘output sarà una Linea Guida, quale documentazione di un modello transnazionale con relativo piano applicativo di sistema per la definizione di: metodologie di insegnamento/apprendimento CLIL scuola primaria e secondaria di primo grado; materiali didattici plurilingue prodotti durante le attività di orientamento, in particolare per l'aspetto professionalizzante nelle scuole secondarie di secondo grado (simulazione colloqui in ambito lavorativo in lingue straniere, curriculum vitae, alternanza scuola-lavoro come progetto di mobilità all'estero).

2. Diffondere i risultati e le buone pratiche (modalità, tempistiche, destinatari dell’azione di diffusione):

Stante l‘assenza di materiali codificati per l'insegnamento plurilingue, e necessario attivare uno strumento, a disposizione di tutte le scuole, in grado di aumentare la qualità della didattica attraverso le pratiche innovative e i prodotti realizzati dai docenti. Il docente vuole confrontarsi con gli altri colleghi, conoscere le esperienze fatte dai docenti delle altre scuole a livello internazionale. È inoltre necessario delineare il profilo del docente plurilingue con competenze riconosciute. Si intende quindi creare una “banca delle competenze dello studente e del docente plurilingue" con la proposta di materiali ed esperienze fruibili da tutti. Modalità di diffusione: sito web scuola capofila in collaborazione con USR (centro di documentazione), incontri dedicati con le scuole, europrogettazione; tempistiche: in itinere e a conclusione delle attività con sostenibilità negli anni seguenti; destinatari: docenti e staff di tutti gli istituti scolastici della Regione, studenti, portatori di interesse (enti territoriali, antenne Europa, Associazioni del territorio, famiglie).

31 maggio 2017 - 16:15

Progettare attività di internazionalizzazione a partire dalle esperienze Erasmus+


20 gennaio 2017 - 14:00

Progettare attività di internazionalizzazione a partire dalle esperienze Erasmus+


IL PROGETTO È SUPPORTATO DA:

Ufficio Scolastico Regionale

per il Friuli-Venezia Giulia

WEBMASTER:

prof. Alan TROMBA

IISS della Bassa Friulana

alan.tromba@iissbassafriulana.gov.it

ISTITUTO CAPOFILA:

Convitto Nazionale

"Paolo Diacono"

Cividale del Friuli